Antiossidanti e Alzheimer, procede la ricerca italiana

Standard

OggiScienza

14599057094_8e82e0e482_zRICERCA – È opinione ormai consolidata che lo stress ossidativo sia associato a numerose patologie più o meno gravi, fra cui il morbo di Alzheimer, il parkinsonismo, le malattie cardiovascolari, il diabete mellito di tipo 2. Come già avevamo raccontato qualche mese fa, un gruppo di ricercatori dell’Università di Firenze ha messo a punto un nuovo antiossidante, che potrebbe giocare un ruolo importante nelle dinamiche implicate dalla malattia di Alzheimer. Abbiamo chiesto qualche aggiornamento sullo stato dell’arte a Gianfranco Liguri, che ha coordinato lo studio in questione, in particolare sul nuovo nutraceutico, cioè un integratore nutrizionale, che potrebbe essere in commercio già nel 2015, basato proprio sui risultati di studi pubblicati su Free Radical Biology & Medicine e altre riviste scientifiche internazionali.

“Il nostro lavoro è frutto di oltre dodici anni di ricerche – spiega Liguri – per mettere a punto una tecnologia derivata dal glutatione, il nostro più…

View original post 544 altre parole

Annunci

esprimi la tua opinione.....

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...